Acquistare un kart usato non è mai cosa semplice perchè è sempre molto difficile risucire a  capire se è sano o se ci sono problemi di vario genere come snervamento del tubo, flessioni di alcune parti che ne determinano poi il non corretto funzionamento e molte altre cose.

Una prima analisi è quella di guardare che il tubo del telaio non sia usurato a forza di sfregare per terra in particolar modo nella traversa anteriore che è la più sottoposta.

Questo ci è utile per capire anche se ha girato molto, quindi in tal caso probabilità di acciaio snervato, e se ha girato in piste molto sconnesse, quindi con maggior sollecitazione dello stesso.
Rispetto ad alcuni anni fa i telai “moderni” per poter funzionare con le gomme odierne vengono costruiti con acciai più flessibili e di conseguenza hanno una vita più breve proprio per questa continua flessione a cui sono continuamente sottoposti.

Il grande problema è che con una analisi a vista non è praticamente possibile valutare se l’acciaio è snervato o se è ancora in ottimo stato.

Dopo questa prima analisi è molto importante riuscire a vedere se il telaio è diritto a livello di misure, ovvero che le due C di attacco dei fuselli siano posizionate alla stessa altezza e che siano ad egual distanza sia dal lato destro che sinistro, all’assale. Se ad esempio un telaio ha subito un urto su un fusello e la C si è spostata indietro di alcuni millimetri, diciamo che ad occhio non si riesce a vedere, ma con un pò di misure fatte in modo accurato tra scatole porta cuscinetto assale e C si riesce già a vedere qualcosa.
Poi mettendo il telaio su un piano più pari possibile ad esempio sul pavimento e privo di motore si riesce a vedere a grandi linee se le 4 ruote poggiano in egual modo sul piano di riscontro, il pavimento appunto. Ovviamente sono prove approssimative perchè senza un banco di riscontro non abbiamo certezze ma sensazioni.
Un’altra prova molto utile è quella di poggiare una barra sulle due C del telaio in modo quindi trasversale e poi andando davanti al telaio traguardare questa barra con l’assale. In questo modo è possibile rendersi conto se le due linee sono parallele oppure no. Ovvio che se ad esempio la barra va sul lato sinistro in alto è probabilissimo che il telaio sia svergolato, a quel punto andrebbe fatta una valutazione se il problema è risolvibile. Ma sono cose che vanno analizzate caso per caso.
Una volta visto l’aspetto del tubo, occorre valutare l’impianto frenante che sia in buono stato, infatti ad esempio gli impianti flottanti hanno usura nelle boccole di fissaggio dei dischi freno. Verificare lo stato delle pastiglie freno, che non ci siano perdite di olio ecc. Poi un controllo generale e molto attento ad eventuali crepe che si possono formare su attacchi sedile, ma in generale un pò in ogni punto di tutto il telaio.

Come in tutte le trattative di compravendita è comunque SEMPRE CONSIGLIATO di visionare il telaio dal “vero” quindi

NO acquisti on line, anche se il sito referente è affidabile potrebbe non esserlo in venditore che non ha niente a che fare con il sito stesso

Diffidare delle OCCASIONI “MAI USATO”, il kart non è un regalo di compleanno, almeno nella maggior parte dei casi, che non è della giusta misura o magari il festeggiato voleva un tosaerba…

Concludendo… in queste trattative usare sempre il buon senso e un pò di “granu salis” e buon acquisto a tutti.



abbiamo anche parlato di...