Le bandiere nel kart hanno un ruolo importantissimo.

Tutte le segnalazioni tra la parte dei box e i piloti avvengono tramite le bandiere. La segnalazione di un pericolo, di una penalità e molto altro avviene solo ed esclusivamente tramite le bandiere gestite dai giudici di gara.

Per questi motivi tutti ma soprattutto i principianti le devono conoscere.

Conoscerle può significare tutto, da una penalità assegnata alla possibilità di evitare un pericolo imminente.
Di seguito l’elenco delle bandiere utilizzate nel karting e il loro significato.

Bandiera tricolore nazionale: viene normalmente utilizzata per dare la partenza della gara da fermo.

Bandiera rossa: dovrà essere agitata sulla linea di partenza quando è stata presa la decisione di arrestare una sessione di prove o la corsa. Simultaneamente anche in tutte le postazioni di controllo che si trovano sul tracciato dovrà essere esposta una bandiera rossa. .

Bandiera a scacchi neri e bianchi: dovrà essere agitata e significa la fine d’una sessione di prove o della gara.

Bandiera nera: viene utilizzata per informare il pilota interessato che la prossima volta che si avvicinerà all’ingresso della corsia dei box, dovrà fermarsi al proprio

Bandiera nera con disco arancione: viene utilizzata per informare il pilota interessato che la sua vettura ha dei problemi meccanici per potrebbero costituire un pericolo per se stesso o per gli altri piloti e che dovrà fermarsi al proprio box nel giro successivo, dal quale potrà ripartire non appena l problema sarà stato risolto.

Bandiera nera e bianca divisa in diagonali: questa bandiera dovrà essere mostrata una sola volta e costituisce un avvertimento: indica al pilota interessato che è stato segnalato per un comportamento scorretto.

Bandiera gialla: è un segnale di pericolo e dovrà essere mostrata ai piloti in due modi con i seguenti significati:

– una sola bandiera agitata significa che c’è un pericolo sul bordo o su una parte della pista, bisogna ridurre la velocità, non doppiare ed essere pronti a cambiare direzione;

– due bandiere agitate significa che un pericolo ostruisce totalmente o parzialmente la pista. Bisogna ridurre la velocità, non doppiare ed essere pronti a cambiare direzione o fermarsi.

Bandiera gialla con righe rosse: avverte i conduttori del deterioramento dell’aderenza dovuto alla presenza sulla pista di olio o di acqua.

Bandiera blu poco intenso: indica ad un pilota che sta per essere sorpassato e deve permettere alla vettura che lo segue di passare alla prima occasione.

Bandiera bianca: è utilizzata per indicare al pilota che c’è un veicolo molto più lento sulla porzione di pista controllata da quella postazione.

Bandiera verde: indica che la pista è libera, magari dopo un incidente o a seguito di presenza in pista di olio o acqua.



abbiamo anche parlato di...